Un’altra emozionante sfilata è avvenuta durante la MFW, e si tratta del marchio italiano Giada, che per la prossima estate ha cercato l’ispirazione nei lavori di cianografia di Susan Weil e José Betancourt.
Le immagini e i ritratti paesaggistici e botanici emergono da immagini fotografiche sfalsate e diventano l’icona della collezione, costruendo un prezioso mondo immaginario.”
La cartella è di varie tonalità, soprattutto grigio e bianco, protagoniste di questa collezione.
Le silhouette si sviluppano verticalmente e sono costruite in linee fluide che danno una linea molto speciale alle gonne e ai pantaloni.
La camicia maxi classica si trasforma in un capo spalla di cotone e seta, una camicetta di crepe o addirittura in un abito, e non è solo quel pezzo che subisce una metamorfosi, anche in particolare degli accessori e dei gioielli.
Per saperne di più sul mondo di Giada, guarda le foto qui sotto:
Author

Write A Comment